Comunità di Bari (Valenzano)

E’ il paese di origine del Padre fondatore, che vi ebbe natali il 17 maggio 1921. Proprio a Valenzano (Ba), all’età di nove anni, il piccolo Domenico sente per la prima volta la chiamata ad una vita di consacrazione. Qui, nella chiesa parrocchiale di san Rocco, viene ordinato sacerdote l’11 agosto del 1946, per le mani di Mons. Marcello Mimmi. Il 15 agosto, nella stessa chiesa, don Labellarte celebra la sua prima Messa e, nel mese di marzo del 1950, diventa vice parroco. Nel decennio successivo don Domenico si impegna in una attività pastorale così alacre e fruttuosa che, nella primavera del 1960, lo stesso padre Pio decide di inviare una lettera al parroco di San Rocco per invitarlo a concedere più spazio a don Domenico, compiendo un coraggioso atto umiltà nella rassegnazione delle sue dimissioni. Dopo un colloquio personale con il santo di Pietrelcina, il 17 maggio del 1960, l’anziano arciprete comunica a quest’ultimo di avergli fatto un regalo: aveva rassegnato le sue dimissioni al vescovo. Erano passati solo quindici giorni dal suo contatto epistolare con padre Pio. In seguito, lo stesso vescovo ebbe a dire che un caso del genere non si era mai verificato nella sua diocesi con ciò esprimendo la sua ammirazione sia per il gesto dell’arciprete sia per l’operato svolto dal viceparroco. La parrocchia di San Rocco e il paese di Valenzano possono pertanto essere considerati a buon diritto la culla di tutta l’Opera “…al servizio della Divina Misericordia” e quindi dell’Istituto Religioso degli Apostoli di Gesù Crocifisso. Dalla fine degli anni ’80 ad oggi, almeno un centinaio di giovani sono passati pe la comunità di Valenzano, trovandovi sostegno nel discernimento vocazionale e nella formazione religiosa. In particolare, nel decennio a cavallo tra gli ultimi anni ’80 e la fine degli anni ’90, la comunità di Valenzano ha rappresentato il centro più importante dell’Opera. Ancora oggi la cura pastorale della parrocchia di San Rocco è affidata dall’arcidiocesi di Bari-Bitonto ai sacerdoti dell’Istituto degli Apostoli di Gesù Crocifisso; nella stessa parrocchia sono presenti ed operano anche i membri degli altri Istituti dell’Opera “…al servizio della Divina Misericordia”. Oltre a curare le normali attività pastorali parrocchiali gli Apostoli di Gesù Crocifisso tengono la Lectio Divina e le catechesi comunitarie aperte a tutti i parrocchiani, offrono un itinerario spirituale per giovani coppie, seguono la crescita spirituale del Movimento Apostolato della Divina Misericordia (MADM), del gruppo Famiglie in Comunione di Vita e di Azione (FCVA) e dei loro Associati Crucis Splendor. Da alcuni anni è sorto un Centro Missionario con il fine di favorire, attraverso iniziative nelle scuole e nei luoghi di aggregazione del paese, la sensibilizzazione verso i problemi delle missioni della Chiesa, in generale, e di quelle degli Apostoli di Gesù Crocifisso, più in particolare (Repubblica Centrafricana e Filippine). Recentemente si sta attivando un Ufficio Missionario con lo scopo di coordinare tutta l’attività apostolica degli Apostoli di Gesù Crocifisso.